Perché le ARP vanno perseguite e non lasciate agire in silenzio