Tutti siamo potenziali ‘VITTIME’ delle ARP