Tutti siamo potenziali “VITTIME” delle ARP