I profughi? Sono anche svizzeri